Sono il numero quattro (Pittacus Lore)

Siamo arrivati in nove .
Vestiamo come voi, parliamo come voi, viviamo come voi.
Ma non siamo come voi.
Siamo in grado di fare cose che voi non potete neanche sognare.
Abbiamo poteri che voi non riuscite neanche a immaginare.
Siamo più forti, più veloci e più abili
di qualsiasi essere vivente del vostro pianeta.
Avete presente i supereroi dei fumetti e dei film?
Una cosa del genere, ma noi siamo reali.

Potevo lasciarmi sfuggire un libro che si presentava così??
Mai!!!

Eravamo nove ma tre sono morti!
Erano il numero uno,
il numero due ed il numero tre.
Il prossimo sarò io!
Io sono il numero quattro!

Un incantesimo ci protegge dai Mogadorian,
ci possono uccidere solo nell’ordine stabilito.
Adesso tocca a me!

Ad ogni morte una cicatrice marchiata col fuoco
ci segna la caviglia, così noi sappiamo!
Quelli prima di noi sono la garanzia della nostra sicurezza.
Prima di me non è rimasto nessuno!
Il prossimo sono io.

Io sono il numero quattro!
Pittacus Lore è il capo degli Antenati,
gli anziani che governavano il pianeta Lorien
prima della sua distruzione.

Pittacus Lore è lo pseudonimo con cui
gli scrittori James Frey e Jobie Hughes
firmano questo libro.
Ed è un libro bellissimo ve lo assicuro.

Il genere è: il sono tra noi.
Ma non è il solito libro.
Sono il numero quattro
è molto di più.

E’ fantascienza, avventura, azione.
John Smith è il numero quattro,
Henry il suo Cèpan,
colui che lo addestrerà e si prenderà cura di lui.
La Terra è il pianeta più vicino al loro.
La furia dei Mogadorian ha distrutto Lorien
e li ha seguiti fino a qui.
Il destino dei nove non è solo quello dei nove.
Il destino dei nove è il destino della Terra

Sono il numero quattro

E’ scritto bene, ed altrettanto bene si legge.
Trecentoottantre pagine che scivolano via
inseguendosi una dietro l’altra senza un attimo di respiro.
La precedente un’introduzione alla successiva,
bramosamente ricercando l’ultima,
per arrivare finalmente alla parola fine.
Che fa venire voglia di un nuovo inizio.
Della trama ho detto volutamente poco.
Perché non voglio togliervi il piacere
di sciogliere l’intreccio.

Alla prossima ( sto leggendo Il potere del numero sei)
Nino P.

Be Sociable, Share!
Precedente Il Faraone delle Sabbie - Valerio Massimo Manfredi Successivo Nikon D5100 - Il mio parere