No! Non sono tutti uguali!


No!
Non sono tutti uguali!
Affermare il contrario è una banalità che fa comodo a chi non vuol cambiare e un segno di resa di chi ha rinunciato a lottare.

No!
Non sono tutti uguali!

Ogni tanto salta fuori un capo popolo che urla e minaccia, che dice: ora basta! Sono tutti uguali!
Seguitemi e sfasciamo tutto!!
In Italia succede ciclicamente e negli ultimi 25 anni è accaduto sempre con maggior frequenza:
Bossi, Berlusconi, Grillo, hanno costruito i loro successi elettorali su slogan tanto facili da capire,
quanto vuoti di programmi di fattibilità.
Noi ce l’abbiamo duro!
Un milione di posti di lavoro!
Apriremo il parlamento come una scatola di tonno!
I soldi del nord resteranno al nord!
Meno tasse per tutti!
Reddito di cittadinanza!
Faremo la macroregione!
Restituiremo l’IMU e condoneremo ogni abuso edilizio!
Porteremo gli stipendi dei parlamentari a 2000 euro al mese!

La gente ci crede!
Aspetta sempre con fede un nuovo Messia.
Ma forse farebbe meglio ad ascoltare con attenzione e porsi delle domande.

E no!
Non sono tutti uguali!

Alla prossima
Nino P.

Be Sociable, Share!
Precedente M5S e la politica del Caro Leader Successivo I veri problemi sono altri