Il ladrone (Festa Campanile P. – Italia 1979)

Da ragazzino mi chiamavano Mister no,
e l’eroe dei fumetti non c’entrava per niente!
Mi chiamavano così…
perché ero poco addomesticabile,
nel senso che…
avevo le mie idee
e non mi lasciavo condizionare da nessuno nelle mie scelte…

Questo film a suo tempo è stato stroncato dalla critica,
trattato come un film di serie B…
uno di quei tanti film che venivano girati allora,
con un comico (Enrico Montesano)…
una bomba sexy ( Edwige Fenech)
e tante situazioni paradossali ed equivoche a fare da trama…
Addirittura qualcuno lo giudicò blasfemo!

Per me…
non è stato niente di tutto questo!

L’idea di partenza è già spettacolare…
la storia di uno dei ladroni crocifissi con Gesù…
Caleb
uno che si arrangia
che ruba pecore e si finge mago cercando d’ingannare i creduloni
Per lui Gesù è un suo collega…
un mago… un bravissimo mago.
Caleb
si scervella nel cercare di scoprire
quali “trucchi” usa questo Gesù…
come fa a trasformare l’acqua in vino?
Che “trucco” ha usato per camminare sull’acqua?

Il film è leggero
a tratti irriverente e canzonatorio,
mai però irrispettoso…
e la stessa figura di Gesù (Claudio Cassinelli)
è gentile, tenera, profonda…
anche quando la trama
si presenta nella comicità delle battute costruite
intorno ai miracoli di Gesù
( come quando un marito alla cui moglie muta
Gesù aveva restituito la voce… lo cercava per farla ridiventare muta),
anche in queste battute…
non è mai irrispettoso come qualcuno volle far credere,
ma…
semplicemente leggero…
non superficiale ma…
leggero!
Io lo giudico un film importante…
degno di essere visto…
non una… ma due volte almeno!
La prima per godere della sua comicità…
la seconda per assaporarne i significati…

Credo inoltre…
che nel 1979 eravamo molto più liberi
di quanto lo siamo adesso
oggi…
un film così non sarebbe possibile girarlo…
e se anche un produttore
decidesse di farlo…
il film verrebbe boicottato e criticato …
Ma per fortuna…
qualcuno, molti anni fa… decise di produrlo
ed oggi possiamo ancora godere di quella decisione…

Alla prossima…
Nino P.

Be Sociable, Share!
Precedente Great Otis Redding Sings Soul Ballads, The - Otis Redding Successivo Balls to Picasso - Bruce Dickinson