Crea sito

Grillo è indifendibile

Posted on 01 aprile 2013

Il modo in cui i militanti del Movimento Cinque Stelle
cercano di difendere il loro leader, è commovente quanto inutile.
Uso il termine “commovente” perchè so bene cosa significa veder
morire un sogno. Conosco la sensazione di impotenza e la disperazione dettate della delusione. Sono consapevole del fatto che non subito vengono accettate e che molti reagiscono continuando a testa bassa a difendere le loro idee.
Per questo dico “commovente”, solo per questo.
Grillo ha buttato all’aria un’occasione unica di cambiamento, la prima vera occasione di cambiamento dal 1947 ad oggi. L’ha buttata via con uno schiocco di dita e con quel sorriso diabolico di chi sa quello che sta facendo. Chi predica il cambiamento e poi non lo attua perchè non vuole sporcarsi le mani, allora non vuole nessun cambiamento. Gli sta bene che gli altri facciano, così può criticarli, niente di più.
Grillo non è colpevole di quello che è successo negli ultimi vent’anni, Grillo è colpevole di quanto succederà da qui in avanti.
E’ colpevole del non aver avuto il coraggio di far nascere un governo in cui il vero protagonista non sarebbe stato il Pd, ma il M5S. Le stronzate sull’incarico ad un Grillino, sono appunto, stronzate, dette sapendo bene che non potevano essere accolte.
In un giorno, Grillo ed il suo staff, sono riusciti a far resuscitare il peggio della prima repubblica, della seconda e del regno d’Italia!
In un attimo si è passati da una possibile rivoluzione ad una palese restaurazione.
Difendetelo, ma perdonatemi, assomigliate sempre di più agli elettori del PdL.

Alla prossima
Nino P.

Be Sociable, Share!

This post was written by:

- who has written 183 posts on decenni.


Contact the author

30 Responses to “Grillo è indifendibile”

  1. renato scrive:

    E lo so non va bene mai una ceppa, ma noi cosa facciamo a parte criticare? TE LO DICO IO un emerito cazzo siamo un po come dei pesci di allevamento,ccompletamente inebetiti e incapaci di difenderci forse stiamo ancora bene x reagire

  2. Giovà scrive:

    ma vattene. Mi auguro ti querelano per quanto scritto.

  3. erminio scrive:

    Sono pienamente d’accordo con il sig. Nino P. vorrei solo sapere cosa ne pensano quelli che hanno creduto in Grillo, quando magari si farà la TAV nel pensare che se avesse davvero voluto M5S avrebbe potuto dire stop
    Chi troppo vuole nulla stringe, alle prossime M5S SARA’ AL 5%
    Erminio

  4. emanuele scrive:

    Emigra in un altro paese e non rompere le palle con le tue stronzate da fascista o comunista ladro e mafioso.

  5. Orazio scrive:

    Caro nino, sono perfettamente d’accordo con te.
    Chi ha votato grillo adesso gli scotta di essere un grillino, ha capito di aver sbagliato.
    Quello che mi consola è che cè gente che la pensa come mè e tè.

  6. fra scrive:

    Ma voi imbecilli credete che i cambiamenti si hanno con uno schiocco di dita? Ci vuole tempo e si deve poter.

    Se volete il cambiamento che cazzo state facendo? Na pippa?

  7. emi scrive:

    Signor elettore pdl ma vorrei proprio sapere in cosa delude…

    Cosa sai di politica che parli?

  8. gov scrive:

    ahahahahah ma questo cosè una pagina di sfogo personale senza ne testa e ne piedi?

    Beppe Grillo è indifendibile? pecche?

    Non vuol cambiare il paese? pecche? allora che vuole fare?

  9. gov scrive:

    Nino P. il miserabile

  10. Mi piacciono i commenti di augurio x una querela.

    A questi pirlini proprio non va giù essere criticati.

  11. ninomazzarino scrive:

    Caro Nino P, perdiamo tempo a cercare di far ragionare questi illusi. Non hanno ancora capito che la prima loro grande chance l’hanno toppata. Speriamo che i “saggi” non siano come Monti o la Fornero altrimenti vorrei proprio vedere come difenderanno l’indifendibile. Ma come dice Crozza se il Parlamento Italiano ha votato a maggioranza che Ruby era la nipote di Mubarak, sconoscendo persino la geografia di cosa dobbiamo meravigliarci anche i Grillini difenderanno a spada tratta il loro leader perchè loro di politica pratica non capiscono l’ABC ma lo vedresti Crimi a parlare con la Merkel, con Obama o con Holland. Se all’estero ci ridono in faccia non dobbiamo meravigliarci più di tanto, quel poverino di Napolitano in Germania ha cercato di difendere l’indifendibile ma lo ha fatto solo per amor di Patria, non certo per i soggetti in oggetto. Auspicavo da lui un gesto esemplare come quello di Papa Benedetto: le dimissioni, ma il suo comportamento ostinato e caparbio mi hanno fatto ricredere, è facile abbandonare la nave ma ci vuole più coraggio a restare saldi al timone anche se l’equipaggio è da buttare in mare. Bravo Napolitano, grande lezione di politica e di stile, peccato che in Italia siamo una minoranza ad apprezzare i Tuoi comportamenti. Renzi parlava di rottamazione, non sapeva quello che diceva. Mai avrei pensato di dover rimpiangere Politici come Almirante, Berlinguer, Spadolini, Moro, Fanfani, Pertini, Jotti, Saragat, Nenni quelli si che erano uomini. Oggi abbiamo solo quaquaraqua, poco spessore, poca cultura, poca personalità ma molto fumo, molta arroganza, molta inciviltà, molta litigiosità fine a se stessa. Siamo davvero messi male.

  12. Paolo scrive:

    Quella di grillo che butta una occasione di cambiamento mi pare una sciocchezza. A parte che trovo difficile credere che il cambiamento possa arrivare da persone che non hanno mai voluto cambiare (vi ricordo che il pd di bersani è quello che ha sostenuto lombardo in sicilia, nonostante avesse ricevuto i voti per tutt’altro), ma c’è una lettura che guarda caso il pd non ha mai voluto far presente ne considerare: con la maggioranza assoluta alla camera il pd avrebbe potuto proporre un governo che non fosse una emanazione diretta della dirigenza del partito, pur conservando un sostanziale diritto di veto. D’altronde le proposte di bersani non sono state molto diverse dalle promesse elettorali che fa chiunque e il mancato appoggio all’abolizione del finanziamento pubblico dei partiti, come da volontà popolare espressa col referendum, era un tutto dire.

  13. lloris scrive:

    Grillo è simpatico. Ha 66 anni ma parla come 1 di 17. E’ ambientalista ma gli piace la Ferrari e il SUV. Probabile non capisca una mazza di computer ma è innamorato della Rete come un adolescente.Si propone come il Nuovo ma è la stessa cosa di Bossi 20anni fa o DiPietro o altri politanti spariti..e i suoi Seguaci Fedeli sono di 2 categorie: gli sfigati che lo difenderebbero anche se portasse la nipote di Mubarak a casa sua e i nuovi Capezzone che aspirano allo stipendio fisso..Gli elettori “sperano” esattamente come è sempre stato . L’Italia rappresentata da comici, nani e ballerine affonda..

  14. Beppe scrive:

    Tutto condivisibile.
    Ma perfavore 🙂
    “La buttata via con uno schiocco di dita”
    “L’ha… ”
    Capisco sia una svista ma dai su, correggiamo.

  15. lloris scrive:

    Grillo è simpatico. Ha 66 anni ma parla come 1 di 17. E’ ambientalista ma gli piace la Ferrari e il SUV. Probabile non capisca una mazza di computer ma è innamorato della Rete come un adolescente.Si propone come il Nuovo ma è la stessa cosa di Bossi 20anni fa o DiPietro o altri politanti spariti..e i suoi Seguaci Fedeli sono di 2 categorie: gli sfigati che lo difenderebbero anche se portasse la nipote di Mubarak a casa sua e i nuovi Capezzone che aspirano allo stipendio fisso..Simpaticissimo il grillino siciliano che non ha l’auto, non vuole l’auto blu ma mette 1000 euro/mese di rimborso benzina. Gli elettori “sperano” esattamente come è sempre stato . L’Italia rappresentata da comici, nani e ballerine affonda..

  16. anna maria scrive:

    Caro Nino sono d accordo con te, ma tu pensavi che Grillo volesse il cambiamento??? Grillo voleva solo togliersi un sassolino dalla scarpa da quella volta che fu espulso dalla Rai perchè aveva veramente offeso tutti i politici, dal portiere al Capo dello Stato. Lui sa solo urlare non sa agire, lui comanda i suoi polli e basta. I suoi polli impauriti stanno tutti lassù in alto ammassati, come i polli della mia mamma, quando andava a cercarne uno per farne carne da brodo. Il fatto che in tutta la campagna elettorale e dopo abbia avuto offese solo per il pd, incompandolo del disatro di questi ultimi 20 anni, vuol dire che sotto sotto è simile al nano. Ha le stesse manie uno si dice perseguitato dai giudici l altro dai giornalisti. Lui sa solo offendere e urlare e basta. Mi dispiace per gli eletti che avrebbero veramente avuto una possibilità di formare un governo di cambiamento, ora siamo tutti nella merda, ma i primi a tornare a casa solo loro

  17. Paolo scrive:

    Che poi io mi chiedo, ma è mai possibile che il pd ogni volta debba chiedere la desistenza di qualcun’altro o il voto utile? Possibile che non riesca una volta per tutte ad affrontare il problema del perchè anche quando la vittoria sembra cosa fatta non riesce a convincere gli elettori? Già da subito il voto si è cercato di addossare al m5s responsabilità nel caso non scegliesse l’alleanza col pd, dimenticando che chi ha votato il m5s lo ha fatto proprio perchè non voleva inciuci con la vecchia classe politica…. di certo nessuno si è posto due domande, le uniche due che tutti hanno avuto in testa tranne la dirigenza del pd: “perchè non siamo riusciti a vincere?”, “come abbiamo potuto non vedere grillo che riempiva le piazze?”. E pensare che anche napolitano aveva messo tutti in guardia!!!!!!!!

  18. claudio cagnani scrive:

    Scusi nino p. il 5s avrebbe buttato alle ortiche la possibilità di cambiamento non appoggiando il PD? Ma lei è inebriato da questa pseudo-democrazia. Se c’è ancora la speranza di CAMBIAMENTO è proprio dovuta al fatto che Grillo ha tenuto duro. Se il movimento si allea con il PD che è l’alter ego del PDL verrà stritolato nell’apparato buro-partitocratico piddino che controlla i consigli di amministrazione delle banche, delle assicurazioni, dei sindacati, delle coop, delle municipalizzate, degli enti di stato ecc.ecc.ma toglietevi quei paraocchi e cominciate a ragionare da persone LIBERE e non da sudditi della partitocrazia imperante……

  19. ciccio scrive:

    …saprà fare il comico, ma non sà nè saprà mai conoscere la logica della politica. Grillo è lontano anni luce, dalla conoscenza di quella politica, che gli ha dato la opportunità di “recitare” sul palcoscenico italiano. Inoltre gli ha consentito la libertà di espressioni, che sono soltanto sue.O non vuole ricordare che, per farlo essere sempre libero, sia nei movimenti che nelle parole da usare, uomini come lui, sono morti; hanno offerto la propria vita, per dare a Grillo questa grande “libertà” di operare. Ma deve pure iniziare a leggere qualcosa, sulla democrazia, della quale lui ne sta godendo i benefici. Vi sono delle regole, delle norme, che un cittadino, e non un”abitante della giungla”, osserva per convivere. Ha avuto questa occasione, di riscoprire la “rivoluzione francese”, me ne deve sapere trarre i benefici. Cos’ facendo, dona, anzi offre terreno fertile ai suoi dichiarati nemici politici. Possibile, che i cosiddetti “INTELLETTUALI” che lo gestiscono hanno i paraocchi, e si illudono di un “temporaneo, meschino, e sciocco potere” che è come quella “rondine che non fa primavera” Prova a ridimensionarsi e dare una dignità culturale politica, alla schiera di tanti personaggi, mandati a combattere contro i mulini al vento; lo sa che che ha da competere con “rinoceronti” della politica, e che sanno aspettare, perché il nemico…attraversa il fiume.

  20. fabry51 scrive:

    Siete tutti uguali,i 5S sono appena arrivati e danno fastidio a tutti i vecchi politicanti, anche a voi cercate di criticarli per ogni cosa che fanno dategli tempo e fiducia e vedrete che ci riusciranno a mandare a casa la vecchia corrotta politica

  21. vincenzobocchi scrive:

    Penso che Napoletano (sic!) ha fatto bene a disdire la cena con il politico tedesco, perché aveva sbagliato a definire i due dei clowns, in quanto in realtà si trattava solo di due buffoni.

  22. Mario Augusto scrive:

    Da quanto mi sembra di capire Grillo vuole governae l ‘Italia da solo, ossia quando avra’ il 51% dei voti degli italiani. Vorrei sapere dai grillini QUANDO pensano di raggiungere questo obiettivo ? Nel 2050 ? Quando non ci saranno + Bersani e Berlusconi, MA NEANCHE GRILLO ?????

  23. Davide scrive:

    Mi sembra un’analisi davvero poco convincente la tua Pino. Non spieghi il motivo per cui “il M5S sarebbe stato protagonista”, se avesse lasciato nascere un governo di inciucioni.

  24. giuseppe scrive:

    grillo sarai spazzato via senza nsuna pietà

  25. paolina scrive:

    La colpa non è di Grillo, ma per gli zombi che gli vanno dietro. Ormai Grillo è divenuta una figura ingombrante e ambigua e loro non lo hanno ancora capito. Credevo che le dittature fossero finite e, invece, ce le ritroviamo ripresentate uguali a quelle del passato.

  26. ribot scrive:

    SAREBBE ORA CHE TUTTI ANDASSIMO IN PIAZZA ALLA PROSSIMA MANIFESTAZIONE DI GRILLO,PER GRIDARGLI IN FACCIA ALL’UNISONO UN IMMENSO VAFFANCULO

  27. Marco scrive:

    Prima di tutto “so” (voce del verbo sapere) si scrive senza accento 😉
    Ho visto oggi in TV l’espressione paciosa della PD(menoelle)ellina Bindi, da decenni in Parlamento come tanti suoi “onorevoli” colleghi senza mai aver risolto un emerito c…. e ancora lì, capace di dispensare sorrisi con una incredibile faccia tosta mentre l’Italia affonda. In quel momento mi sono sentito sollevato di non avere politicamente nulla a che fare con gente del genere. DEVONO ANDARE A CASA!

  28. Paolo scrive:

    Mi pare cher abbiate capito poco le istanze del m5s, a prescinderle dal condividerle. Il m5s da tempo dice chiaramente che non vuole governi fatti dalla classe politica che da 20 anni si alterna senza risultati… ne vuole accordi a priori, ma un governo che non eserciti altro che il potere esecutivo lasciando solo al parlamento il compito di fare le leggi. Negli ultimi anni infatti tutta una serie di fattori oltre a portare ad una alternanza sempre delle stesse facce e delle stesse idee, ha di fatto condotto a governi che riuscivano ad esercitare tanto il potere esecutivo che legislativo (grazie al continuo ricorso alla fiducia) esautorando di fatto il parlamento (che guarda caso ha lavorato forse 3 giorni a settimana).

  29. Sarah scrive:

    Caro Nino,
    sottoscrivo tutto.
    Anche l’idea di andare in piazza per “rispondere” a Grillo non sarebbe male, ma (quanto ci scommettiamo?) il democraticissimo Grillo non si farà più vedere su di un palco per un bel po’ di tempo…

  30. vales scrive:

    Condivido il pensiero di Nino!!!
    Grillo è un furbo!!!
    A Marco:” Cosa ci fanno quasi 200 parlamentari del M5S quando chi decide è Grillo? Bastano e avanzano i 2 capigruppo. Gli altri prendono uno stipendio solo per scaldare la sedia!!